Guns N’ Roses a San Siro: 10 canzoni che ci piacerebbe ascoltare

Guns N’ Roses a San Siro: 10 canzoni che ci piacerebbe ascoltare

Domenica 10 luglio i Guns N’ Roses torneranno ad esibirsi per la terza volta in Italia dopo la storica reunion con Axl Rose, Slash e Duff McKagan. Sotto trovate una lista di dieci canzoni della loro discografia poco conosciute che sarebbe fantastico poter sentire quella serata… e chissà che qualche desiderio non si avveri.

sgnr-san-siro-2022 (1)

I Guns N’ Roses dal vivo nel 2022

GET IN THE RING

Get In The Ring, tratta da Use Your Illusion II, è uno dei brani migliori e più sottovalutati dell’intero repertorio della band. Scritta da Duff McKagan, è una potente canzone con echi punk rock che se la prende con alcuni critici musicali (facendo nomi e cognomi) che all’epoca avevano scritto recensioni negative sul gruppo. Sebbene il pezzo incorpori elementi live, curiosamente non è mai stata suonato dal vivo.

RIGHT NEXT DOOR TO HELL

L’opener dell’epocale primo volume di Use Your Illusion, riuscito trait d’union tra la prima produzione della band e una ritrovata aggressività (all’epoca), che ben si presterebbe ad aprire i loro concerti. Venne suonata un paio di volte nel 1991 per poi venire accantonata per sempre…

THINK ABOUT YOU

Soffocata da pesi massimi come Welcome To The Jungle, Paradise City e Sweet Child O’Mine, rimane una delle canzoni più coinvolgenti tratte dal loro disco di debutto, il leggendario Appetite for Destruction. L’ultima volta che il gruppo l’ha suonata dal vivo è stata nel 2006, quando Axl non aveva ancora fatto pace con Slash e Duff. Chissà che a San Siro non decidano di suonarla…

DEAD HORSE

Una delle due migliori canzoni dei Guns, suonata diverse volte durante la leg 1993 dell’Use Your Illusion Tour. Il gruppo l’ha già suonata alcune volte nel tour di reunion, sarebbe magnifico poterla sentire durante il primo concerto di sempre del gruppo al leggendario Stadio San Siro.

STREET OF DREAMS

Una delle ballad più intense mai scritte da Axl Rose, tratta da Chinese Democracy, mai suonata durante questo reunion tour. Sentirla a Milano sarebbe davvero emozionante.

GARDEN OF EDEN

Diretta, punk rock, trascinante; un vero pugno nello stomaco che farebbe ballare tutti i presenti. È stata suonata solamente due volte nel 1993 ed è molto difficile che possa tornare nel loro repertorio live, ma mai dire mai…

gnr-san-siro-2022 (1)

Guns N’ Roses allo Stadio San Siro, domenica 10 luglio 2022

SO FINE

Una delle più belle canzoni incise dai Guns N’ Roses, con un bel duetto tra Axl Rose e Duff McKagan. Sentito tributo a Johnny Thunders dei New York Dolls, morto proprio l’anno della pubblicazione della canzone. Inclusa in Use Your Illusion II, dopo circa vent’anni di assenza dalle setlist è stata suonata una sola volta nel 2020, chissà che il gruppo non decide d’includerla nel suo set a San Siro.

SYMPATHY FOR THE DEVIL

Cover dei Rolling Stones registrata nel 1994 e che di fatto contribuì all’implosione finale della band. Sarebbe bello che la proponessero dal vivo, magari con una bella comparsata on stage di Keith Richards o di Ron Wood.

MY WORLD

A chiusura del secondo volume di Use Your Illusion, Axl aveva inserito questo breve frammento à la Nine Inch Nails che metteva in chiaro l’amore del cantante di Lafayette per l’industrial. Mai proposta dal vivo, chissà che il tour 2022 non sia l’occasione per poterla finalmente ascoltare live.

I DON’T CARE ABOUT YOU / LOOK AT YOUR GAME, GIRL

L’ultima traccia di The Spaghetti Incident?, è una trascinante cover dei Fear, leggendaria hardcore punk di Los Angeles, seguita da Look At Your Game, Girl, cover di Charles Manson, hidden track del disco e che all’epoca fece indignare più di  una persona. Con questa doppietta, suonata magari a fine concerto, tutto il pubblico del gruppo potrebbe dirsi più che soddisfatto.

LUCA VILLA

Small my table, sits just three.

Nasce nel 1980 a Reggio Emilia. Crea pearljamonline.it nel 2001 e scrive la prima edizione di “Pearl Jam Evolution” nel 2009 insieme alla moglie Daria. Collabora con barracudastyle.com, hvsr.net e rockol.it, ha collaborato con Rolling Stone e Il Fatto Quotidiano. Continua imperterrito a tentare di trovare “belle melodie che dicono cose terribili”.