3 album che amerai se ami… Euphoria Morning di Chris Cornell

3 album che amerai se ami… Euphoria Morning di Chris Cornell

3 album che amerai se ami…” è la rubrica di barracudastyle.com nata con l’obiettivo di farti scoprire nuovi dischi partendo da un album che ami particolarmente.

Nessun consiglio troppo facile o scontato: non sarà mai indicato alcun disco dello stesso artista o dello stesso gruppo e non inviteremo all’ascolto di album facilmente collegabili a quello scelto in partenza (esempio: se il disco di riferimento è Nevermind dei Nirvana, non ci limiteremo a consigliare l’ascolto di Ten dei Pearl Jam e Dirt degli Alice in Chains).

Chris Cornell nel 1999

Chris Cornell nel 1999

Dopo Into The Wild, Nevermind, Temple Of The Dog, EarthlingJar of Flies e Bubblegum, oggi abbiamo selezionato i 3 album che amerai se ami Euphoria Morning, il debutto in solista del compianto Chris Cornell che a oltre vent’anni dalla sua pubblicazione brilla ancora di una luce del tutto particolare, in grado di tratteggiare l’animo più oscuro di una delle migliori voci della storia del rock.

 

TOM WAITS – THE EARLY YEARS, VOLUME I

Se il lato più acustico e introspettivo di Euphoria Morning è quello che amate di più, The Early Years di Tom Waits è il disco che dovreste recuperare a tutti i costi. Il primo volume raccoglie il meglio dei demo acustici incisi dal cantante di Pomona nei primi anni Settanta, ben prima che la sua voce diventasse quella profonda e catramosa che tutti conosciamo. Un malinconico gioiello acustico, tutto da riscoprire.

Canzone consigliata: I’m Your Late Night Evening Prostitute 

 

NICK CAVE AND THE BAD SEEDS – MURDER BALLADS

Murder Ballads è uno dei tanti, tantissimi, capolavori presenti nella discografia di Nick Cave con i suoi Bad Seeds. Questo struggente album è composto da diversi canzoni legate da un filo comune, i crimini di passione. Se amate Euphoria Morning, adorerete anche questo album di Cave, che si avvale della preziosa collaborazione di PJ Harvey in Henry Lee e di Kylie Minogue nel brano Where the Wild Roses Grow.

Canzone consigliata: Henry Lee 

 

PJ HARVEY – IS THIS DESIRE? 

Probabilmente il miglior album di PJ Harvey, il vero disco spartiacque della sua discografia, che segnala (un momentaneo) addio alle chitarre più selvagge presenti nei suoi precedenti album, a favore di una ricerca sonora che riesce a sedurre quanto stupire. Is This Desire? ha diversi punti in comune con l’oscurità delle canzoni di Euphoria Morning e presenta temi molto simili al disco di Nick Cave del quale abbiamo scritto poco sopra.

Canzone consigliata: The River 

Luca Villa

Small my table, sits just three. Nasce nel 1980 a Reggio Emilia. Crea pearljamonline.it nel 2001 e scrive la prima edizione di “Pearl Jam Evolution” nel 2009 insieme alla moglie Daria. Collabora con barracudastyle.com, hvsr.net e rockol.it, ha collaborato con Rolling Stone e Il Fatto Quotidiano. Continua imperterrito a tentare di trovare “belle melodie che dicono cose terribili”.