3 album che amerai se ami… il debutto dei Dead Kennedys

3 album che amerai se ami… il debutto dei Dead Kennedys

3 album che amerai se ami…” è la rubrica di barracudastyle.com nata con l’obiettivo di farti scoprire nuovi dischi partendo da un album che ami particolarmente.

Nessun consiglio troppo facile o scontato: non sarà mai indicato alcun disco dello stesso artista o dello stesso gruppo e non inviteremo all’ascolto di album facilmente collegabili a quello scelto in partenza.

I Dead Kennedys, nel 1980

I Dead Kennedys, nel 1980

A qualche giorno dai 42 anni dalla pubblicazione di Fresh Fruit for Rotting Vegetables, l’iconico e leggendario debutto degli altrettanto iconici e leggendari Dead Kennedys (se non sapete di che album o gruppo stiamo parlando, correte immediatamente a recuperare) siamo andati a selezionare 3 album che potrebbero in un qualche modo piacere a chi già adora il debutto del gruppo di Jello Biafra e (ex) compagni.

 

THE VANDALS – PEACE THRU VANDALISM

Californiani come i Dead Kennedys, anche se loro rispetto a San Francisco si sono formati Huntington Beach, si segnalano per essere uno dei gruppi hardcore punk più intriganti dei primi anni ’80 con la loro proposta mai banale quanto irriverente. Col passare degli anni, i Vandals andranno sempre più verso un hardcore melodico, ma nei loro primi album ed EP (come questo Peace Thru Vandalism) si respira la stessa atmosfera del debutto del gruppo di Jello Biafra. Provare per credere.

Canzone consigliata: Urban Struggle 

 

OPERATION IVY – ENERGY

Anche loro californiani come i Vandals (e come i Dead Kennedys, ovviamente), rimangono una delle band più originali dell’intero movimento hardcore ska punk degli anni ’80. Il loro unico disco, Energy, e il loro unico EP, Hectic, rimangono pietre miliari di un certo momento storico. Le loro canzoni dovrebbero essere conosciute a memoria proprio da tutti, proprio come quelle contenute nel debutto dei Dead Kennedys.

Canzone consigliata: Hoboken

 

THE GITS – FRENCHING THE BULLY

La forza dei Gits, formati in Ohio nel 1986, risiede oltre che nella loro micidiale proposta musicale, anche nei testi, fieramente politici della compianta Mia Zapata. Il loro unico album Frenching the Bully, è pieno di canzoni una migliore dell’altra, perfetta raccolta degli umori che si respiravano sul finire degli anni ’80 e l’inizio dei ’90. Un classico da riscoprire.

Canzone consigliata: Another Shot of Whiskey 

LUCA VILLA

Small my table, sits just three.

Nasce nel 1980 a Reggio Emilia. Crea pearljamonline.it nel 2001 e scrive la prima edizione di “Pearl Jam Evolution” nel 2009 insieme alla moglie Daria. Collabora con barracudastyle.com, hvsr.net e rockol.it, ha collaborato con Rolling Stone e Il Fatto Quotidiano. Continua imperterrito a tentare di trovare “belle melodie che dicono cose terribili”.