3 album che amerai se ami… Crawler degli IDLES

3 album che amerai se ami… Crawler degli IDLES

3 album che amerai se ami…” è la rubrica di barracudastyle.com nata con l’obiettivo di farti scoprire nuovi dischi partendo da un album che ami particolarmente.

Nessun consiglio troppo facile o scontato: non sarà mai indicato alcun disco dello stesso artista o dello stesso gruppo e non inviteremo all’ascolto di album facilmente collegabili a quello scelto in partenza (esempio: se il disco di riferimento è Nevermind dei Nirvana, non ci limiteremo a consigliare l’ascolto di Ten dei Pearl Jam e Dirt degli Alice in Chains).

i (1)

Una foto promozionale degli IDLES per il disco Crawler

Dopo Into The Wild, Nevermind, Temple Of The Dog, EarthlingJar of FliesBubblegumEuphoria Morning e Vs., oggi abbiamo selezionato i 3 album che amerai se ami Crawler, il quarto album in studio degli IDLES, per certi versi il miglior disco dallo alle stampe fin qui dal gruppo di Bristol, di sicuro quello più maturo e oscuro della loro produzione.

 

THE BIRTHDAY PARTY – PRAYERS ON FIRE

L’affascinante quanto oscuro Prayers on Fire, disco di debutto dei Birthday Party di Nick Cave, uno dei primi gruppi del cantautore prima del successo mondiale con i Bad Seeds, è un potente monolite sonoro denso di oscuri presagi. Questo post-punk dark non mancherà di essere apprezzato da chi cerca la stessa rabbia oscura presente nelle canzoni di Crawler degli IDLES.

Canzone consigliata: Nick the Stripper 

 

LICE – WASTELAND: What Ails Our People Is Clear

I LICE – band contemporanea agli IDLES, i loro primi singoli sono stati pubblicati proprio dall’etichetta di Joe Talbot – con il loro WASTELAND: What Ails Our People Is Clear rappresentano quanto più di vicino a  Crawler si sia recentemente sentito . Certa aggressività post-punk che si mischia e suggestioni elettroniche e quasi industrial. Un disco da non perdere.

Canzone consigliata: Imposter

 

RADIOHEAD – KID A

Non è un segreto che tra i dischi preferiti di Joe Talbot, il cantante degli IDLES, ci sia Kid A, ovvero il vero capolavoro dei Radiohead, album spartiacque non solo della loro discografia ma anche della musica in generale. Se tra i vostri pezzi preferiti di Crawler ci sono tracce come Progress o Meds, cliccate “play” qui sotto per immergervi nel mondo creato dal gruppo di Thom Yorke.

Canzone consigliata: The National Anthem 

 

Luca Villa

Small my table, sits just three. Nasce nel 1980 a Reggio Emilia. Crea pearljamonline.it nel 2001 e scrive la prima edizione di “Pearl Jam Evolution” nel 2009 insieme alla moglie Daria. Collabora con barracudastyle.com, hvsr.net e rockol.it, ha collaborato con Rolling Stone e Il Fatto Quotidiano. Continua imperterrito a tentare di trovare “belle melodie che dicono cose terribili”.