Time Travel Seattle: WTO riots, l’epilogo di un sogno alternativo

Time Travel Seattle: WTO riots, l’epilogo di un sogno alternativo

Nella passata tappa del Time Travel abbiamo visto come Seattle abbia dato vita, in modo diretto o indiretto, ad alcune tra le multinazionali più note al mondo. Tuttavia, alla fine degli anni ’90, le strade della Città di smeraldo sono divenute protagoniste di un’altra storia: quella della contestazione della globalizzazione economica.

Quel fermento giovanile che ha dato vita al grunge e ha creato il concetto di alternativo è esondato scontrandosi contro un muro di scudi antisommossa, manganelli e manette. Accanto ai giovani della città, nella Battle of Seattle vi erano ragazzi e NGO provenienti da ogni parte del mondo.

Contestazioni all’N30: Seattle in fiamme

30 novembre 1999: la World Trade Organization si riunisce al Washington State Convention and Trade Center a Seattle. Le negoziazioni economiche previste, identificate con il nome N30, duramente contestate da un movimento sociale nuovo: quello anti-globalizzazione. Il movimento nacque attorno all’idea della necessità di un’ampia rappresentanza d’interessi nell’ambito delle negoziazioni della WTO per la tutela dei diritti umani, del commercio equo e dello sviluppo sostenibile. Tali decisioni, infatti, non potevano essere prese tra pochi, quando il loro riflesso interessava tutta la popolazione globale. Ma le istanze erano molte, così come le anime del movimento.

A Seattle, il movimento era al suo secondo appuntamento. La prima grande protesta anti-globalizzazione venne posta in atto in varie città in tutto il mondo a giugno dello stesso anno.

La marcia di protesta venne affiancata da azioni dirette di vandalismo e di disobbedienza civile. Azioni che portarono all’intervento delle forze armate. Il risultato fu la guerriglia urbana.

Seattle riots, i titoli di coda di un decennio straordinario

Come spiega Federico Buffa in questa tappa del Time Travel di Barracuda (guardate il docufilm Time Travel Seattle), gli scontri in occasione delle negoziazioni della WTO di Seattle del ’99 furono l’epilogo simbolico di un decennio straordinario, che pose la Città di smeraldo al centro della rivoluzione culturale occidentale.