The (d)Russ Code #5

The (d)Russ Code #5

Il concetto di fashion applicato alle ultime settimane delle stelle dello sport – Christmas Edition

 

Sportivi e moda. Un rapporto inevitabilmente sotto i riflettori, spesso stravagante, sempre personale, con apici equivalenti di kitsch ed eleganza a seconda dei protagonisti. C’è chi osa, chi rischia, chi se ne strafrega, chi vuole imitare e chi innovare. Atleti che pensano invano di arrivare allo stadio chic e raffinati ed atlete che con la grazia delle dee attraversano i red carpet, facendoci dimenticare del loro status di sportive.

 

Per questo abbiamo dedicato questa rassegna di outfit delle stelle dello sport all’atleta che più sta spingendo “oltre” le barriere dell’abbinabile in camerino e dell’impresa sportiva sul campo da gioco: Russell Westbrook, play degli Oklahoma City Thunder dell’Nba, con la sua personalissima concezione di “fashion” e di pallacanestro -unica, eccitante, adrenalinica- sta fissando talmente in alto l’asticella che sembra impossibile, attualmente, trovargli un degno rivale. Qui dentro ci proveremo, e ad ognuno la propria scelta: perchè come diceva il patròn dell’Olimpia di basket Giorgio Armani “L’eleganza non è farsi notare, ma farsi ricordare.”

 

Nota: il titolo della rubrica è nato mescolando un evento storico per la pallacanestro americana, già narrata da queste parti su una puntata dei Game Changers…nel 2005 la Lega decise di porre un taglio alla moda “hip-hop” imponendo il proprio “dress code”, ferree linee guida su cosa sarebbe stato consentito indossare o meno da lì in avanti. Le cose, come dice il nostro Avvocato preferito e altro protagonista di #BarracudaStyle, da quel giorno sono andate molto a sud. E The (d)Russ Code ne è una diretta conseguenza. Enjoy folks!

 

 

#1 Pellè dell’Est – capodanno di lusso per Graziano Pellè – l’attaccante dello Shandong Luneng (ma ancora della Nazionale, dopo la figuraccia agli Europei?) – e per la sua bellissima compagna ungherese Viky Varga all’Atlantis The Palm, hotel cinque stelle di Dubai

 

1

 

 

#2 Fenomeni d’eleganza – alla festa per il Pallone d’Oro di Cristiano Ronaldo l’ex attaccante inglese Michael Owen, l’ex centrocampista Louis Figo, l’ex attaccante Ronaldo e l’attuale allenatore e altra leggenda Zinedine Zidane, tutti con un passato comune al Real Madrid, mostrano di aver mantenuto (più o meno) la classe cristallina che li distingueva sul campo

 

2

 

 

#3 Best italian couple – difficile, quasi impossibile, assemblare durante le festività natalizie una coppia più bella di quella composta da Alessandro Matri, attaccante del Sassuolo, e dalla modella Federica Nargi

 

3

 

 

#4 Mulino bianco made in US – se avessimo visto questa foto su una rivista di moda saremmo stati ingannati: trattasi invece di un semplice scatto durante le vacanze di Natale della famiglia di Russell Wilson, superstar e quarterback dei Seattle Seahawks, con il figlio e la splendida moglie Ciara Princess Harris, cantante pop

 

4

 

 

#5 Il Re di Chicago – se negli anni del Proibizionismo erano Al Capone e la sua banda a spadroneggiare per le fredde strade di Chicago, ora, in tempi più pacifici, è tornato a dominare nella sua città e con la solita pelliccia d’ordinanza Dwyane Wade, stella Nba immarcabile in campo e decisamente anche fuori

 

5

 

 

#6 Il Principe e la sua principessaKevin Prince Boateng, centrocampista del Las Palmas, immortalato alla vigilia di Natale in una posa alla Michael Jackson dalla stupenda fidanzata Melissa Satta, sempre fashion anche con dei semplici pantaloni da ginnastica

 

6

 

 

#7 Dominare con stilePietro Aradori, guardia e capitano della Pallacanestro Reggiana, festeggia l’arrivo del 2017 con il solito stile inconfondibile insieme alla fidanzata Guendalina Canessa, al grido di un solo hashtag: #FSSUB

 

7

 

 

#8 Compagni d’avventura – le festività natalizie sono un’occasione per rivedere i vecchi amici, a qualsiasi livello e sport professionistici compresi: qui la guardia dei Los Angeles Lakers Louis Williams parla con il vecchio compagno di squadra a Philadelphia Allen Iverson, L’Unica Vera Ragione dell’istituzione del Dress Code Nba nel 2005

 

8

 

 

#9 Motivi per sorridere – il Manchester United di Matteo Darmian e di José Mourinho si sta risollevando dopo un avvio di stagione più difficile del previsto in Premier League, ma l’arrivo nella casa inglese dell’amata compagna Francesca Cormanni per Natale sarebbe bastato per far tornare il sorriso sul volto del difensore azzurro

 

9

 

 

#10 Auguri da Russ! – l’anno si è chiuso in bellezza per il simbolo di questa rubrica Russell Westbrook che, con inaspettata sobrietà, ha prima messo a segno la sua 15ma tripla doppia stagionale contro i Los Angeles Clippers e poi la sera ha salutato il 2016 con scintille e ciabatte. Resta il Numero Uno anche nel 2017.

 

10

 

 

 

 

 

 

Michele Pettene