POINT OF (SCREEN) VIEW #13

POINT OF (SCREEN) VIEW #13

La Top10 al cinema degli ultimi due mesi del 2017

Ultimi due giri di lancette per i mesi del 2017, ladies and gentlemen, con il classico periodo natalizio (ahinoi sì, le prime luminarie sono già state avvistate…) ad ergersi come estremo baluardo per le produzioni di grido prima del cambio d’anno.

Negli ultimi tre anni nessuna accoppiata ha fatto meglio della premiata ditta Novembre+Dicembre al box office italiano, e anche per questo rush finale targato 2K17 le offerte cinematografiche sembrano essere piuttosto competitive.

Ne abbiamo selezionate dieci, seguendo ovviamente il #BarracudaStyle che ci contraddistingue…buona visione!

 

LA RAGAZZA NELLA NEBBIA – ORA IN SALA

Genere Thriller

Nazione Italia

Con regia di Donato Carrisi

E personaggi principali interpretati da

Toni Servillo: ispettore Vogel

Jean Reno: dottor Flores

Uscito la settimana scorsa ma in sala ancora per un bel po’, è destinato a diventare uno dei casi fortunati del cinema italiano di quest’anno, in costante crescita verso le vette del box office. Grazie soprattutto ad un Toni Servillo al solito da applausi nei panni di un investigatore invischiato in un processo che l’esordiente regista, e scrittore di gran successo, Donato Carrisi immerge nelle trame pruriginose dell’avidità dei media e di una giustizia moralmente dubbia.

 

GOOD TIME – ORA IN SALA

Genere Azione

Nazione USA

Con regia di Ben Safdie, Joshua Safdie

E personaggi principali interpretati da

Robert Pattinson: Constantine ‘Connie’ Nikas

Ben Safdie: Nick Nikas

La sola presenza del’idolo femminile Robert Pattinson potrebbe non essere sufficiente per attirare il grande pubblico verso un film insolito, dalla produzione indipendente e sicuramente diverso dagli stereotipi in cui la figura del protagonista della saga di Twilight era stato imprigionato. Ma è un’opera che meriterebbe uno sguardo, anche per l’interpretazione di un Pattinson straordinario, capace di liberarsi dell’immagine pulita di cui le teenager si sono innamorate per sporcarsi le mani in un action-thriller dove due cialtroni dal buon cuore cercano di farla franca in una notte dove accadrà di tutto. Splendida prova anche di Ben Safdie, co-regista, nei panni del fratello di Pattinson ritardato.

 

BORG/MCENROE – 9 NOVEMBRE

Genere Sportivo

Nazione USA

Con regia di Janus Metz Pedersen

E personaggi principali interpretati da

Sverrir Gudnason: Björn Borg

Shia LaBeouf: John McEnroe

Un biopic che gli appassionati di tennis attendevano da tempo, basato sull’epica rivalità che segnò l’inizio degli anni ’80 tra due leggende del tennis mondiale, lo svedese Björn Borg e lo statunitense John McEnroe, a causa di due caratteri diametralmente opposti. Freddo, impassibile e privo di apparenti emozioni il primo, testa calda, ribelle e impetuoso il secondo: la loro intepretazione è stata affidata a un attore semisconosciuto al di fuori dei paesi nordici (Gudnason per Borg), e a una stella a stelle e strisce come LaBeouf (per McEnroe).

 

THE SQUARE – 9 NOVEMBRE

Genere Grottesco/Commedia

Nazione Svezia

Con regia di Ruben Östlund

E personaggi principali interpretati da

Claes Bang: Christian

Elisabeth Moss: Anne

Dominic West: Gijoni

Premiato con la Palma d’Oro al Festival di Cannes 2017, l’ultimo film dell’autore di “Forza Maggiore” usa il pretesto di un museo d’arte di Stoccolma per creare situazioni surreali e sempre più grottesche, con il filo comune dell’osare e rischiare proponendo installazioni di arte contemporanea provocatorie e irriverenti. “The Square” è l’ultimo di questi esperimenti, un’opera d’arte la cui unica regola è il non avere regole, cosa che porterà all’inevitabile degenerazione: il risultato è esilarante, facendo leva su un’ironia e uno homour completamente diversi da quelli cui il pubblico non scandinavo è abituato, con una sottile critica ad Arte e Società lasciata a libera interpretazione al termine della proiezione.

 

DETROIT – 23 NOVEMBRE

Genere Drammatico/Storico

Nazione USA

Con regia di Kathryn Bigelow

E personaggi principali interpretati da

John Boyega: Dismukes

Will Poulter: Krauss

Tra il 23 e il 27 Luglio del 1967 a Detroit esplode la rabbia della comunità nera verso le forze dell’ordine – prevalentemente bianche – con un tragico finale fatto di 43 morti e migliaia di feriti. La Bigelow, con il consueto sguardo cinico e glaciale, segue la storia di un gruppo di afroamericani torturati psicologicamente e fisicamente in una casa presa di mira dalla polizia assetata di razzismo, costruendo uno scenario claustrofobico e impotente di fronte all’abuso di potere che vorrebbe riflettere la condizione generale del rapporto tra blacks and whites negli Stati Uniti odierni. Il risultato riesce solo parzialmente, ma la potenza – e la violenza – delle immagini scuote fino al midollo.

 

C’EST LA VIE, PRENDILA COME VIENE – 30 NOVEMBRE

Genere Commedia

Nazione Francia

Con regia di Eric Toledano, Olivier Nakache

E personaggi principali interpretati da

Jean-Pierre Bacri: Max Angély

Gilles Lellouche: James

Jean-Paul Rouve: Guy

Divertentissima commedia che gira tutta attorno all’organizzazione del matrimonio perfetto e ai suoi protagonisti, a cominciare da Max, attempato wedding planner che ne ha viste di tutti i colori e che con la sua squadra sarà costretto per l’ennesima volta – forse l’ultima? – a gestire tutti gli imprevisti che anche nel più dettagliato degli eventi si verificano. Concepito dai due registi dell’acclamato “Quasi amici” nel periodo post-attentato a Parigi per ridare alla loro Francia il sorriso, il film procede tra le tante gag senza sbavature e con un ritmo strepitoso, rallentando solo in un finale troppo sbrigativo. Applausi e tante risate alla presentazione alla Festa del Cinema di Roma.

 

HAPPY END – 30 NOVEMBRE

Genere Drammatico

Nazione Francia

Con regia di Michael Haneke

E personaggi principali interpretati da

Jean-Louis Trintignant: Georges Laurent

Isabelle Huppert: Anne Laurent

Mathieu Kassovitz: Thomas Laurent

Un mostro sacro della regia, Michael Haneke, dirige tre mostri sacri francesi – Trintignant, Kassovitz e la Huppert – in un dramma famigliare che per atmosfere cupe e mancanza di speranza e fiducia verso il Presente non ha nulla di che invidiare ad “Amour”, l’ultima grandiosa opera ormai datata 2012 con cui aveva vinto l’Oscar come Miglior Film Straniero. Inasprendo ancor di più i toni con un finale che non ha nulla dell’“happy” del titolo, lasciandoci senza fiato e un vuoto dentro che il Guardian ha descritto essere come il risultato di una “black comedy di pura sociopatia”.

 

STAR WARS, GLI ULTIMI JEDI – 13 DICEMBRE

Genere Fantascienza

Nazione USA

Con regia di Rian Johnson

E personaggi principali interpretati da

Mark Hamill: Luke Skywalker

Carrie Fisher: Leia Organa

Adam Driver: Kylo Ren

Daisy Ridley: Rey

L’ottava pellicola della saga di Guerre stellari e la seconda della cosiddetta Trilogia-sequel dopo “Star Wars: Il risveglio della Forza” riprende da dov’era finito quest’ultimo episodio, con l’incontro-sorpresa tra la nuova Jedi Rey e il sempreverde seppur invecchiato Luke Skywalker. Il regista di “Looper” si confronta per la prima volta con un film della più famosa saga cinematografica evolvendo la storia di Rey, combattuta tra il rapporto con quello che ritiene essere il suo Maestro, Skywalker, e il fascino del lato Oscuro della Forza rappresentato da Kylo Ren, figlio di Han Solo e Leia Organa. Ultimo film della grande Carrie Fisher prima dell’addio a questo detrito terrestre avvenuto il 27 Dicembre 2016.

 

SUBURBICON – 14 DICEMBRE 2017

Genere Commedia

Nazione USA

Con regia di George Clooney

E personaggi principali interpretati da

Matt Damon: Gardner Lodge

Julianne Moore: Rose/Margaret

Oscar Isaac: Bud Cooper

Continua la collaborazione di lunga data tra i fratelli Coen – qui sceneggiatori – e George Clooney – al suo sesto film come regista, in una dark comedy dalle atmosfere classiche per chi ama e segue da tempo i lavori dei cineasti del Minnesota. Suburbicon è la consueta cittadina americana di provincia apparentemente perfetta durante il boom economico (è il 1959): perfezione che verrà ovviamente messa a soqquadro da due ladri, l’omicidio della moglie del protagonista – un pacato ed ingenuo Matt Damon – e la comparsa di Julianne Moore in un ruolo sorprendente cardine di tutto il film.

 

TUTTI I SOLDI DEL MONDO – 21 DICEMBRE

Genere Drammatico

Nazione USA

Con regia di Ridley Scott

E personaggi principali interpretati da

Michelle Williams: Abigail “Gail” Harris

Kevin Spacey: J. Paul Getty

Mark Wahlberg: Fletcher Chase

La vera storia di uno dei rapimenti più celebri degli anni Settanta statunitensi, quello del nipote di John Paul Getty, all’epoca considerato l’uomo più ricco del mondo e interpretato da Kevin Spacey. Dopo “Alien: Covenant” il regista Scott chiude il suo 2017 con un film di un genere completamente diverso, intriso di attori a cinque stelle e ambientato anche a Roma, dove la ‘Ndrangheta aveva rapito John Paul Getty III nel 1973. Basato su una sceneggiatura della famigerata “Black List”, ovvero uno di quei testi per il Cinema che non erano mai sfociati in una produzione e che Ridley Scott ha sentito la necessità di girare, come da lui stesso dichiarato.

 

 

Michele Pettene