Time Travel Barracuda: Miami Vice, essenza di anni ‘80

Time Travel Barracuda: Miami Vice, essenza di anni ‘80

In quanti di voi ricordano la prima volta che la TV ha suonato le note di In The Air Tonight di Phil Collins? Quanti non riescono a dimenticare le prime affilate battute scambiate sul piccolo schermo domestico tra Crockett e Tubbs? Perché, se riuscite a farlo, potete dire con esattezza il momento in cui è nata la cultura occidentale degli anni ’80.

Ci sono pochi dubbi, infatti, che l’avvento del mitico telefilm Miami Vice abbia posto le basi per una rivoluzione di costumi, di gusti, di paradigmi. Sullo sfondo di questa rivoluzione soft, pop, a tinte pastello, c’è una Miami che ha una voglia caparbia di cambiare la propria immagine. Da città-ospizio d’America a metropoli cool e lasciva, patria dell’easy living.

L’itinerario del Time Travel di Barracuda approda sulle coste da sogno di Miami e corre sulle avenue bordate di palme, a bordo di una Ferrari Testarossa coupé. I compagni di viaggio sono i due protagonisti di questa serie televisiva che ha fatto la storia della televisione e ha dato nuove tonalità al noir: Don Johnson e Phil Thomas.

Con noi c’è anche la nostra guida: Federico Buffa. Con il suo irresistibile charme narrativo, andiamo a indagare i segreti del successo di un’icona della cultura moderna.

Cinque stagioni, centoundici episodi, un’indimenticabile sodalizio tra due personaggi i cui scambi sono parte del DNA di chi ha vissuto quegli anni.

Vi è presa un po’ di nostalgia? Allora ripetete insieme a noi un mantra per cacciare il peso degli anni che sono passati: “Freeze! Miami Vice!”.

Subito dopo, guardiamo assieme una nuova, speciale puntata di Miami Vice, quella che ha girato Federico Buffa con Time Travel Barracuda.