LOST PEARLS – Le quindici perle (nascoste) dei Pearl Jam – CHAPTER TWO

LOST PEARLS – Le quindici perle (nascoste) dei Pearl Jam – CHAPTER TWO

LEATHERMAN (1998) | Ascoltata su http://youtu.be/xx7L00yozQo

B-side del singolo di Given To Fly, rimane tuttora una delle composizioni più fresche e squisitamente pop a firma Vedder. Unica b-side originale ignorata in Lost Dogs – e non se ne capisce proprio il motivo – raramente proposta dal vivo, il pezzo è peculiare anche nel testo, che gioca sulle analogie tra la vita di Leatherman, strano personaggio dedito al barbonaggio e realmente esistito nell’800, e quella dell’autore. I Police, rivisti secondo gli occhi di Eddie. Un vero gioiellino da riscoprire. Curiosità: in alcune occasioni è stata suonata consecutivamente a “Better Man” e a “Nothingman”, con le quali costituisce la cosiddetta “Man trilogy”.

SMALL MOSQUITO (1998) | Ascoltala su https://soundcloud.com/pearljamonline/pearl-jam-small-mosquito

Pezzo composto da Jack Irons, il batterista dei Pearl Jam dal 1995 al 1998, spesso usato come intro ai concerti di quel periodo. Il demo è stato mandato in onda per la prima volta sulla radio della band durante lo special dedicato ai quindici anni di Yield. Qualche attinenza con Red Mosquito? No, piuttosto pare la sorella più sincopata di Red Dot.

DRIFTING – Christmas Single Version (1999) | Ascoltala su http://youtu.be/p63e94UTfuA

Versione alternativa rispetto a quella presente nella compilation di rarità e b-sides Lost Dogs. In questa take Vedder canta in tono più basso, più in linea col mood intimista e solitario del pezzo. Alla fine, lo si sente sussurrare “Merry Christmas”. Da ascoltare davanti ad un falò, al tramonto. Evocativa.

PUZZLES AND GAMES – Light Years Demo (1999) | Ascoltala su http://youtu.be/Nq30onC7l0c

La versione originale di quello che sarebbe diventato uno dei pezzi più amati dei fans, Light Years. La versione demo è completamente stravolta e irriconoscibile rispetto a quella finita su Binaural, in certi momenti ricorda persino I’m On Fire di Bruce Springsteen. Un classico mid tempo firmato Pearl Jam. Sorprendente.

ANYTHING IN BETWEEN (1999) | Ascoltata su http://youtu.be/a1xVLrApwTw

Pezzo registrato durante le sessions di Binaural e mai completato. Le premesse erano ottime: un micidiale riff di chitarra si accompagna alla voce sussurata di Vedder richiamando le ritmiche quadrate di alcuni pezzi della prima produzione dei Pearl Jam come Brother. Rimane tuttora inedita nella discografia ufficiale e la versione che circola sul web a partire dai primi anni duemila non si può certo definire finita. Chissà che prima o poi non venga proposta nella sua veste definitiva.

Vuoi scoprire altre cinque perle (nascoste) dei Pearl Jam? Torna a visitarci la prossima settimana!

Luca Villa

https://twitter.com/LucaChinaski www.pearljamonline.it