Los Angeles e la Musica

Los Angeles e la Musica

La città degli angeli ha sempre avuto un rapporto particolare con la musica.

Come per il cinema Los Angeles ha trasformato in realtà molti sogni di musicisti partiti con la classica valigia di cartone piena di sogni.

Dalla città degli angeli sono partite tutte le mode e la musica come il cinema, la moda e l’arte in generale ha visto passare dalle sue strade tutti i più grandi artisti del Rock, Blues, punk, HC, Metal.

Racchiudere tutti i brani che ricordano L.A. è impossibile, ma Barracuda rock ci ha provato e se vi piace condividetela.

Doors – Break On Through

Una generazione di teenagers ha seguito il gruppo di Venice Beach. La ribellione di un popolo che stava attraversando un momento storico molto difficile fatto di guerre e odio razziale, che si rispecchiano nei testi struggenti di Jim Morrison.

Buffalo Springfield – Sit Down I Think I Love You

Una band seminale, qui da noi quasi sconosciuta, formata dal mitico Stephen Stills insieme a Neil Young. La musica pubblicata da questa formazione con base operativa a Los Angeles più di quarant’anni fa e ancora rilevante e un’autentica ispirazione per chi voglia fondere il rock al folk e al country. Interessante notare che Stills & Young si ritroveranno, qualche anno più tardi, nei Crosby, Stills, Nash & Young ma quella è tutta un’altra storia.

The Beach Boys – Surfin’ USA

Se dico Beach Boys vengono in mente il sole, spiagge, ragazze in bikini e il surf. Anche se siamo nel 2013 la colonna sonora rimane sempre quella. Se passeggiate per le vie di Malibù o Santa Monica sentirete ancora il loro sound.

Fear – Beef Bologna

I Fear non sono altro che la versione hardcore punk del personaggio interpretato da John Belushi nel cult Animal House: selvaggi, sporchi, stupidi, grezzi. Questo e molto altro sono stati i Fear dell’istrionico Lee Ving, una delle band più importanti del movimento HC di Los Angeles insieme a gente come Black Flag, X e Germs.

Jane’s Addiction – Mountain Song

Una delle band più rivoluzionarie del mondo del rock. “Grunge” prima del “grunge”, “crossover” prima del “crossover”. I Jane’s Addiction, guidati da Perry Farrell, hanno scritto alcune delle pagine più interessanti della musica contemporanea. Una canzone come Mountain Song, scritta ben venticinque anni fa, è ancora li a dimostrarlo. Hanno ispirato gente come Red Hot Chili Peppers, Pearl Jam e Soundgarden.

Mötley Crüe – Home Sweet Home

Se c’è un gruppo losangelino per eccellenza sono i Mötley Crüe. Insieme ai concittadini Van Halen hanno portato l’heavy metal alle orecchie di tutti condito con il classico sex, drugs and rock and roll.

Guns N’ Roses – Mr. Brownstone

Come si fa a parlare di Los Angeles senza nominare la band di Axl Rose e Slash? Dici Guns N’ Roses e ti vengono in mente gli eccessi dei componenti della band, il loro street rock così sporco, degenerato e sanguigno, un posto dove l’erba è verde e le ragazze bellissime.

Beck – Lost Cause

Los Angeles non significa solo droga, sesso e rock n’roll e un grande cantautore come Beck è li a dimostrarlo. Il ragazzo è riuscito a fondere l’hip hop con il folk scrivendo alcune delle pagine più interessanti degli ultimi anni. Ascoltate il disco Sea Change e non ve ne pentirete. Molto differente dal Back più conosciuto ma questo disco rappresenta l’anello di congiunzione tra il folk di Bob Dylan e la poesia di Elliott Smith.

NOFX – Don’t Call Me White

Forse il gruppo che ha portato il punk rock nel Mondo. Fat Mike e soci ispirati da gruppi storici come Ramones, Misfits, Social Distortion e Bad Religion sono stati uno dei gruppi più influenti degli anni 90, anticipando l’esplosione di gruppi come Green Day o Blink 182.

Rage Against The Machine – Killing In The Name

A distanza di più di 30 anni il Mondo sembra ancora voglia di ribellarsi e i RATM racchiudono i testi espressamente politicizzati dei rapper del ghetti al il rock aggressivo che mischiati insieme creano un “crossover” che influenzerà tantissime band.

Carlo Vergani e Luca Villa