Evil Dead II: Le Dieci Curiosità su La Casa 2

Evil Dead II: Le Dieci Curiosità su La Casa 2

Il 1º ottobre del 1987 arrivava nei cinema italiani Evil Dead II (La Casa 2), anello di congiunzione tra The Evil Dead (La Casa) e L’armata delle Tenebre, capitolo conclusivo della trilogia tutta sangue, motoseghe e teste decapitate firmata Sam Raimi.

Andiamo a scoprire le dieci curiosità legate al secondo capitolo di Evil Dead, acclamato dalla maggior parte dei fan come il migliore dell’intera serie.

1 Lo script di Evil Dead II è stato scritto a quattro mani da Sam Raimi insieme a Scott Spiegel durante le riprese di Crimewave (I due criminali più pazzi del mondo), il secondo film diretto dal regista di Royal Oak che fu un sonoro insuccesso. La sceneggiatura fu scritta a Silver Lake, in California, nell’appartamento nel quale Raimi viveva insieme ai Fratelli Coen, Frances McDormand, Kathy Bates e Holly Hunter.

2 All’epoca della pre-produzione di Evil Dead II, Stephen King stava lavorando con Dino De Laurentiis a Maximum Overdrive (Brivido), il debutto alla regia del noto scrittore horror. Quando King fu informato che Raimi stava riscontrando problematiche a trovare produttori interessati al suo progetto, Stephen (fan numero uno di Evil Dead sin dal primo giorno) fece un paio di telefonate per assicurarsi che Evil Dead II fosse realizzato senza intoppi.

evil dead 2 - la casa 2 (3)3 Lo script originale di Evil Dead II prevedeva Ash (Bruce Campbell), catapultato nel medioevo, fronteggiare un’orda di morti. Il progetto originale fu scartato dal produttore Dino De Laurentiis per via degli alti costi che avrebbe dovuto sostenere. Dopo il successo di Evil Dead II, Raimi girò L’Armata delle Tenebre basandosi proprio sullo screenplay originale di EDII.

4 Evil Dead II è al 49º posto nei 500 film più belli di tutti i tempi redatta da Empire, al diciannovesimo posto nella classifica “The Top 50 Cult Films” dell’Entertainment Weekly e al dodicesimo posto dei migliori quindici sequel di sempre stilata da Playboy.

5 E’ un errore considerare Evil Dead II come un remake di The Evil Dead. Siccome Raimi non riuscì a ottenere le scene originali della prima pellicola decise di dirigere un veloce recap, opportunatamente rivisitato, di quanto successo nel primo capitolo in modo da far capire agli spettatori che non l’avevano visto cos’era accaduto nel film del 1981.

6 Tra le fonti d’ispirazione di Evil Dead II ci sono le commedie slapstick dei Three Stooges, Attack of the Helping Hand – cortometraggio diretto nel 1979 da Spiegel – e Popeye, il film di Robert Altman del 1980 dedicato a Braccio di Ferro.

7 Nel capanno vicino alla casa dove Ash si reca per smembrare la sua ragazza si può notare il guanto di Freddy Krueger, protagonista di una delle più iconiche e note saghe del cinema horror. In A Nightmare on Elm Street di Wes Craven, la protagonista del film interpretata da Heather Langenkamp guarda in TV proprio The Evil Dead mentre nel primo capitolo della trilogia di Raimi si può vedere in un angolo della cantina il poster del film Le Colline Hanno gli Occhi, il debutto alla regia di Wes Craven.

evil dead 2 - la casa 2 (5)

8 Durante il party per celebrare la fine delle riprese del film, Sam Raimi e Bruce Campbell hanno cantato Eight Miles High dei Byrds con Greg Nicotero (che anni dopo curerà gli effetti speciali di The Walking Dead) alla chitarra.

9 I suoni che si sentono quando “il male” si muove tra gli alberi sono stati ottenuti mixando voci registrate da Sam Raimi insieme a samples audio della voce di Orson Welles, il regista di Citizen Kane (Quarto Potere).

10 Il film preferito della trilogia di ED di Bruce Campbell – che nelle pellicole veste gli iconici panni di Ash Williams – è proprio Evil Dead 2: Dead by DawnGroovy!

Luca Villa