CINECULT #5: Jackie Brown di Quentin Tarantino

CINECULT #5: Jackie Brown di Quentin Tarantino

CineCult ovvero i migliori film dei più famosi cineasti passati inosservati all’epoca della loro uscita ma che nel corso degli anni sono diventati cult assoluti. Perché Martin Scorsese non è solo Taxi Driver o Toro Scatenato, perché Brian De Palma non dovrebbe essere ricordato unicamente per Scarface o Gli Intoccabili: benvenuti su CineCult.

jb1997

JACKIE BROWN
Quentin Tarantino, 1997

Ammettiamolo, non dev’essere stato di certo facile per Quentin Tarantino tornare dietro la macchina da presa dopo Pulp Fiction, il film più importante degli anni novanta.

A tre anni dal suo capolavoro, il regista di Knoxville decide di girare una pellicola – stupendo tutti, va detto – tratta da uno dei sui libri preferiti, Rum Punch di Elmore Leonard. Jackie Brown, questo il titolo della pellicola, a distanza di oltre vent’anni dal suo arrivo nei cinema rimane il film più sottovalutato di Tarantino. All’epoca della sua uscita venne bollato come una prova minore, ora alcuni critici francesi l’hanno addirittura definito il suo film più riuscito.

Di certo è un film meno facile dei suoi due predecessori e anche di tutto quello che seguirà. Per Jackie Brown – che parla di loschi affari tra hostess, trafficanti d’armi e di tutto quello che ci può essere in mezzo – Tarantino sceglie di mettere da parte i suoi apprezzati dialoghi surreali e i suoi lampi di genio a favore di una narrazione molto più oscura e lineare: pura blaxploitation hard-boiled anni settanta.

Un film da recuperare e da conservare gelosamente a fianco dei vari Le Iene, Pulp Fiction, Kill Bill e Inglourious Basterds.

pg

La mitica Pam Grier in una celebre scena di “Jackie Brown”

LA SCENA CULT

La scena più cult (e pulp) di Jackie Brown è quella che vede Louis (uno strepitoso Robert De Niro) – infastidito dalle continue prese in giro di Melanie (Bridget Fonda) – freddare senza alcuna pietà la ragazza nel parcheggio del centro commerciale.

LE CINQUE CURIOSITA’

1. Jackie Brown è il film di Tarantino preferito da Samuel L. Jackson.
2. Pam Grier aveva fatto delle audizioni per Pulp Fiction per il ruolo che venne poi affidato a Rosanna Arquette.
3. Nel libro da cui è stato tratto il film, Jackie Brown è bionda e ha la pelle bianca. Il personaggio venne variato da Tarantino perché il regista voleva a tutti i costi avere la Grier come attrice principale della pellicola.
4. Per il ruolo di Max Cherry poi ottenuto da Robert Forster, Quentin Tarantino aveva in mente Paul Newman, Gene Hackman e John Saxon.
5. La voce della segreteria telefonica di Jackie Brown (Pam Grieg) è quella di Quentin Tarantino.

DOVE SI PUO’ GUARDARE? Il DVD e il Blu-Ray sono disponibili su Amazon.it.

SE TI E’ PIACIUTO GUARDA ANCHE: Omicidio a Luci Rosse, Mean Streets, Fargo

Luca Villa