CINECULT #4: Darkman di Sam Raimi

CINECULT #4: Darkman di Sam Raimi

CineCult, ovvero i film passati inosservati all’epoca della loro uscita ma che nel corso degli anni sono diventati cult assoluti.

Darkman

DARKMAN
Sam Raimi, 1990

La filmografia di Sam Raimi si divide equamente tra apprezzate trilogie horror (Evil Dead, da noi La Casa) e film dedicati al mitico Spider-Man.

Non solo case e ragnetti però. Raimi, nel corso di quasi quarant’anni di attività, ha diretto film western (Pronti a Morire), thriller mozzafiato (Soldi Sporchi) e alcuni fantasy (The Gift – Il Dono e il recente Il Grande e Potente Oz). Non è tutto.

Nel 1990, il regista decide – dopo aver tentato invano di dirigere Batman – di crearsi un supereroe, di scrivere una bella sceneggiatura e di girare il tutto. Quello che Raimi ottiene è un atipico film horror con un antieroe vendicativo pronto a tenervi incollati al televisore per circa dure ore. Un film sì cupo ma con varie, divertenti, sequenze action che ha il pregio di distanziarsi parecchio dalle produzioni Marvel e DC di questi anni.

Un film poco noto, assolutamente da recuperare specie se siete appassionati di cinecomic.

Meglio vivere un giorno da Darkman che cent'anni da pecora

Meglio vivere un giorno da Darkman che cent’anni da pecora

LA SCENA CULT

La lotta finale tra Darkman con la persona che l’ha sfigurato: una scena davvero leggendaria.

LE CINQUE CURIOSITA’

1. Sam Raimi avrebbe voluto come attore principale Bruce Campbell, il leggendario Ash nella triologia di Evil Dead. I produttori, non convinti, scartarono la proposta del regista. Campbell appare comunque in un breve cameo alla fine della pellicola.

2. 
I fratelli Coen, grandi amici di Raimi, hanno personalmente curato – pur non essendo accreditati – alcune parti della sceneggiatura del film.

3.
Darkman è ispirato al Fantasma dell’Opera, al film The Elephant Man di David Lynch e al fumetto degli anni trenta The Shadow.

4. 
Julia Roberts, poco prima di accettare il ruolo in Pretty Woman, aveva fatto diversi provini per la parte di Julie Hasting.

5. 
Dopo l’uscita della pellicola, si parlò di un possibile serie TV dedicata a Darkman, idea che venne scartata. Al suo posto furono diretti diversi, deludenti, sequel.

DOVE SI PUO’ GUARDARE? Tanto per cambiare quando si parla di film che sono scomparsi dalla “memoria collettiva”, anche il DVD di questo cult di Raimi è fuori stampa da anni nonostante su Amazon.it se ne possano trovare alcune copie. E dire che fino a qualche mese fa era disponibile su Netflix

SE TI E’ PIACIUTO GUARDA ANCHE: Watchmen, Logan, Deadpool

Small my table, sits just three. Nasce nel 1980 a Reggio Emilia. Crea pearljamonline.it nel 2001 e scrive la prima edizione di “Pearl Jam Evolution” nel 2009 insieme alla moglie Daria. Collabora con barracudastyle.com, hvsr.net e rockol.it, ha collaborato con Rolling Stone e Il Fatto Quotidiano. Continua imperterrito a tentare di trovare “belle melodie che dicono cose terribili”.