CINECULT #3: Taxisti di Notte di Jim Jarmusch

CINECULT #3: Taxisti di Notte di Jim Jarmusch

CineCult, ovvero i film passati inosservati all’epoca della loro uscita ma che nel corso degli anni sono diventati cult assoluti.le.

jim winona - taxisti - 1991

TAXISTI DI NOTTE
Jim Jarmusch, 1991

Taxisti di Notte (Night on Earth) non è di certo il capolavoro di Jarmusch né il miglior film a episodi che il regista abbia diretto (se la contendono Mystery Train – Martedì notte a Memphis e il memorabile Coffee and Cigarettes). Questo film è piuttosto da vedersi come un riuscitissimo film composto da cinque storie di taxisti ambientate in cinque note capitali (New York, Parigi, Roma, Londra e Helsinki).

La pellicola, che si svolge nell’arco di una notte, convince soprattutto grazie al divertentissimo episodio con il nostro Roberto Benigni che veste i panni di uno spericolato taxista che accompagna per le vie di Roma un sacerdote e all’ottima performance di Winona Ryder, non mancando di commuovere nel drammatico e commovente epilogo.

Una perla nascosta della filmografia di uno dei migliori cineasti indipendenti di sempre. Provare per credere.

Paolo Bonacelli e Roberto Benigni in una scena di "Taxisti di Notte"

Paolo Bonacelli e Roberto Benigni in una scena di “Taxisti di Notte”

LA SCENA CULT

Roma. Uno spericolato taxista (Roberto Benigni) parla delle sue perverse passioni a un sacerdote (Paolo Bonacelli). Al sacerdote viene un infarto, non riuscendo in tempo a prendere la medicina che cade sul pavimento del taxi. Proprio da questo momento inizia uno dei momenti più esilaranti dell’intera pellicola.

LE CINQUE CURIOSITA’

1. Quasi tutti i dialoghi di Roberto Benigni sono stati improvvisati dall’attore sul set.

2. Il titolo originale di Taxisti di Notte è lanewyorkparisromehelsinki, scritto tutto in minuscolo.

3. La sceneggiatura della pellicola è stata scritta da Jarmusch in otto giorni.

4. La colonna sonora di Taxisti di Notte, interamente composta e suonata da Tom Waits, è stata pubblicata nel 1992, un anno dopo l’uscita del film nei cinema americani.

5. Il pomello del cambio del taxi di Roberto Benigni ha la forma di una palla da biliardo, la numero 8. Nel film Daunbailò (sempre diretto da Jim Jarmusch), il personaggio di Roberto (interpretato dallo stesso Benigni) dichiara di aver ucciso una persona proprio con una palla di biliardo con il numero 8.

DOVE SI PUO’ GUARDARE? Il DVD, purtroppo fuori stampa, si trova su Amazon.it.

SE TI E’ PIACIUTO GUARDA ANCHE: Daunbailò, Mystery Train, Fuori Orario

Small my table, sits just three. Nasce nel 1980 a Reggio Emilia. Crea pearljamonline.it nel 2001 e scrive la prima edizione di “Pearl Jam Evolution” nel 2009 insieme alla moglie Daria. Collabora con barracudastyle.com, hvsr.net e rockol.it, ha collaborato con Rolling Stone e Il Fatto Quotidiano. Continua imperterrito a tentare di trovare “belle melodie che dicono cose terribili”.