CINECULT #17: Watchmen di Zack Snyder

CINECULT #17: Watchmen di Zack Snyder

CineCult, ovvero i film passati inosservati all’epoca della loro uscita ma che nel corso degli anni sono diventati cult assoluti.

WATCHMEN
Zack Snyder, 2009

Zack Snyder non è un grande regista. Basta dare una veloce occhiata alla sua filmografia per rendersene conto: il fiacco remake di Dawn of the Dead di Romero, il sopravvalutato (e inconcludente) 300, i vari film su Superman, Batman e sulla Justice League. Ben poca roba.

Nonostante il curriculum di poco rispetto, questo mediocre regista è riuscito comunque a dirigere, proprio dieci anni fa, un vero capolavoro, film cult già al momento della sua uscita nei cinema. La pellicola si chiama Watchmen ed è tratta dalla miniserie a fumetti del 1986 scritta dall’autore britannico Alan Moore e illustrata dal suo connazionale Dave Gibbons.

Il film si svolge in un 1985 alternativo, dove non esistono più supereroi perché banditi dal governo in carica. Dopo che uno di loro viene brutalmente ucciso, si apre un indagine che svela un diabolico complotto volto a screditare (e a uccidere) tutti i supereroi del pianeta…

Dimenticatevi i film del Marvel Cinematic Universe e i lunghissimi cinecomic fatti solo per vendere popcorn ai bambini nelle maxi sale. Watchmen è uno dei migliori film di sempre dedicati ai supereroi tratto da una delle graphic novel più autentiche e indimenticabili di sempre.

watchmen (3)

LA SCENA CULT

Menzionare una sola scena di questo film sarebbe fare un torto alle altre. Per questa volta nessuna scena cult perchè Watchmen è un cult totale.

LE CINQUE CURIOSITA’

1. Esistono ben tre versioni del film. Quella cinematografica, della durata di 162 minuti, la director’s cut di 186 minuti e la ultimate cut che sfiora le quattro ore di durata complessiva.

2. Alan Moore, l’autore della graphic novel, non ha mai visto il film è si è sempre opposto alla sua realizzazione.

3. Tra i vari registi che si sono succeduti negli anni come candidati a girare Watchmen ci sono stati: Terry Gilliam, Paul Greengrass, Darren Aronofsky e Tim Burton.

4. In alcuni cinema americani, Watchmen è stato distribuito con il sottotitolo, “Old heroes never die“.

5. Nella scena iniziale di Watchmen si possono vedere brevemente lo Studio 54 e alcune foto di David Bowie e di Mick Jagger dei Rolling Stones.

DOVE SI PUO’ GUARDARE? Il film è disponibile in DVD e Blu-ray su Amazon.

SE TI E’ PIACIUTO GUARDA ANCHE: Sin City, V per Vendetta, Hellboy

Small my table, sits just three. Nasce nel 1980 a Reggio Emilia. Crea pearljamonline.it nel 2001 e scrive la prima edizione di “Pearl Jam Evolution” nel 2009 insieme alla moglie Daria. Collabora con barracudastyle.com, hvsr.net e rockol.it, ha collaborato con Rolling Stone e Il Fatto Quotidiano. Continua imperterrito a tentare di trovare “belle melodie che dicono cose terribili”.